Con il turismo dentale Cure dentali a prezzi accessibili con il turismo dentale.

La convenienza economica è il fattore più importante che può motivare le persone bisognose di complesse cure dentali a guardare fuori dai confini nazionali per trovare il dentista curante.

Il primo aspetto da chiarire è che non sempre conviene andare all’estero per farsi curare i denti.

Per piccoli interventi (come controlli periodici, cure di carie o pulizia dentale) il turismo dentale non è una soluzione vantaggiosa in termini di risparmio economico considerando le spese per viaggio, vitto e alloggio all’estero.
Il vero risparmio si ottiene se si devono affrontare interventi complessi dal costo di migliaia di euro. In questi casi si spende circa la metà o meno di quello che si spenderebbe in Italia per identiche prestazioni odontoiatriche.

Con il turismo dentale si risparmiano cifre consistenti sulle spese per le cure dentali nei seguenti casi:

  • sostituire i denti mancanti
  • curare i denti affetti da patologie della polpa dentaria o infettive croniche del tessuto periapicale (granulomi apicali, cisti)
  • ricostruire i denti consumati oppure danneggiati
  • effettuare trattamenti in modo da conservare i denti affetti da parodontite (piorrea) e gengivite
  • sostituire vecchi lavori protesici compromessi, non più funzionali o poco estetici
  • interventi estetici correttivi mirati a migliorare l’aspetto estetico della dentatura e del sorriso